Come stirare camicie, t-shirt, pantaloni, tende e molto altro

Stirare non è difficile, ma per farlo bene e non rimanere delusi, bisogna tenere conto di aspetti importanti come il materiale utilizzato per realizzare il capo, il design e il taglio.

Ma non preoccuparti, in questo articolo ti spiegheremo passo passo come stirare i diversi capi… Vedrai com’è facile!

Come stirare camicie, t-shirt, pantaloni, tende e molto altro

Prima di incominciare… La cosa più importante

Per stirare iniziare sempre impostando la corretta temperatura sul ferro. Dalla temperatura più bassa a quella più alta questa è la classifica dei tessuti :

  1. Seta, velluto e pizzo.
  2. Poliestere, nylon, rayon, viscosa e acetato.
  3. Lana vergine.
  4. Cotone.
  5. Denim o cowboy.
  6. Biancheria.

Indipendentemente dal capo che andrai a stirare, individua il tipo di tessuto con l’aiuto dell’etichetta . Se hai rimosso l’etichetta molto tempo fa e non riesci a identificare il tipo di tessuto, inizia con la temperatura più bassa e prova fino a trovare quella corretta, quando le pieghe sono completamente rimosse e i tuoi vestiti non sono danneggiati.

Ora sì, inizia la stiratura!

Come stirare una camicia?

Come stirare una camicia

Le camicie sono un punto fermo nel guardaroba maschile e femminile. Realizzato con materiali naturali come cotone, lino o seta; a materiali sintetici o misti.

Indipendentemente dal tessuto, ti diciamo la tecnica di stiratura perfetta:

  • Inizia sempre stirando polsini e maniche . Se non hai un polsino, inizia sganciando i bottoni e aprendo il polsino per stirare prima l’interno. Se utilizzi un ferro da stiro a vapore, attiva il vapore per facilitare il processo; in caso contrario, spruzzare dell’acqua prima di stirare.
  • Controllare l’esterno del bracciale per vedere se le pieghe sono state rimosse , in caso contrario, stirare di nuovo. Di norma assicurati di farlo dalle estremità verso il centro; questo per evitare piccole grinze che si possono formare nelle cuciture dovute al modo in cui vengono cuciti i capi.
  • Pronto il polsino prosegue con il resto della manica . Appoggialo sul tavolo con la cucitura interna verso un’estremità. Inizia stirando sopra la cucitura e così via su tutto il pezzo. Scendendo ai polsini assicurati di segnare le pieghe naturali nella cucitura. Se non sei un fan della striscia sulla manica, puoi rimuoverla con l’aiuto di un tubo. Capovolgi la maglietta per stirare l’altro lato e ripeti il ​​processo con l’altra manica.
  • Continuare con il colletto e lo sprone prima di passare ai davanti , che dovrebbero essere stirati al rovescio prima del diritto, con un’enfasi sull’area dei bottoni.
  • Completa la zona posteriore prima di appendere la maglia a una gruccia.
  • Fatela raffreddare prima di riporla nella credenza.

Sai come stirare il colletto della camicia?

I colletti delle camicie possono essere difficili in quanto sono costituiti da più strati per supporto e costruzione. Per risultati ottimali:

  • Inizia dal rovescio ed estendi il collo il meglio che puoi sull’asse da stiro.
  • Se la stecca per la camicia è sfoderabile puoi rimuoverlo, in caso contrario procedere con la stiratura.
  • Stirare sempre da una cucitura finale al centro. In questo modo eviterai pieghe di tessuto che possono trovarsi ai lati della cucitura. Applicare passate brevi ed evitare lunghi movimenti con il ferro. Controlla il risultato e ripeti fino ad ottenere la finitura che desideri.
  • Con il rovescio finito, gira la camicia al rovescio per accedere al lato esterno visibile del colletto. Stendere correttamente sul tavolo e applicare la stessa tecnica: dall’esterno al centro, alle due estremità. A seconda del tipo di cucitura, il tuo lavoro può essere più o meno complicato.
  • In tutti i casi non è necessario girare il colletto e stirarlo, soprattutto se si preferisce una texture morbida e naturale.

Come stirare una t-shirt?

Come stirare una t-shirt

Le magliette sono solitamente realizzate in cotone o contengono una percentuale di materiale sintetico nella loro preparazione.

Il problema sorge quando si tratta di qualche tipo di stampa , che può deformare il tessuto o fondersi con il ferro.

Per stirare si può procedere con un ferro da stiro normale o con un ferro da stiro verticale:

  • Stendete la camicia lungo il tavolo da stiro, lisciandola con le mani e cercando di mantenere le cuciture alle estremità. Se non ha cuciture laterali, segui lo scalfo.
  • Inizia a stirare dall’orlo inferiore, lavorando dall’interno verso l’esterno, e risalire con cura le cuciture, evitando goffrature.
  • Copri l’area centrale del disegno con carta da cucina e un ferro da stiro.
  • Finire di stirare le maniche, su entrambi i lati e la zona del collo, rispettando la forma delle cuciture.

Per finire , gira la maglia e stira il rovescio nello stesso modo prima di piegarla e riporla. Se non c’è la timbratura si può procedere normalmente.

Come stirare i pantaloni eleganti?

Uno dei problemi principali quando si stirano i pantaloni da abito è che alcuni hanno la lana nella composizione del tessuto, che può essere una bella sfida anche per i più esperti.

Ci sono anche pantaloni in cotone e altri abbinamenti con poliestere, in tutte le composizioni. Non si tratta solo di rimuovere le rughe, si tratta di ottenere quella linea che si estende lungo tutta la gamba e che contraddistingue i migliori abiti.

  • Inizia stirando la zona superiore dei pantaloni ; potete aiutarvi con un tubo flessibile, oppure utilizzare la punta conica dell’asse da stiro, inserendo la vita e lasciando cadere le gambe. Gira i pantaloni mentre stiri. Se i pantaloni sono lisci non ci saranno molti problemi, ma se hanno delle pieghe, approfittane e lavora ogni bordo come li trovi. Applicare la punta del ferro premendo leggermente.
  • Per evitare che il tessuto di lana splenda, è possibile utilizzare un panno di cotone tra il tessuto e il ferro. Procedi allo stesso modo nella zona dei passanti della cintura, se li hai.
  • Si può proseguire con le gambe individuando la posizione della piega naturale dei pantaloni. Piegare l’indumento in modo che le due gambe coincidano e individuare il bordo del lato esterno; scoprire l’intera estensione del bordo, dall’orlo alla vita. Piega la gamba superiore per iniziare a stirare quella sul tavolo.
  • Inizia dalla zona dell’orlo stendendo l’asciugamano e premendo bene il tessuto con il ferro per creare la piega; dal basso verso l’alto in un solo movimento. Ricordarsi di sollevare la riga fino alla zona della vita.
  • Per stirare l’altra gamba , capovolgere i pantaloni e ripetere la procedura. È importante non cercare di stirare tutti e 4 gli strati di tessuto e lavorare una gamba alla volta per ottenere i migliori risultati.
  • Si consiglia di non utilizzare tanto vapore nel processo, ma di utilizzare il peso del ferro e la temperatura.

Come stirare i jeans?

Cowboy, denim o denim è uno dei tessuti più popolari per la sua forza e stile.

Nonostante la sua robustezza, si consiglia di stirare a testa in giù . Per questo dovete avere il ferro ben caldo:

  • Posiziona i pantaloni sull’asse da stiro e inizia a lisciare le tasche, l’orlo della cerniera e la cintura dei pantaloni. Puoi spruzzare vapore, vedrai che rende la stiratura molto più facile.
  • Infila la cintura dei pantaloni nell’area ristretta dell’asse e stira l’intera area superiore, iniziando dalla parte posteriore e andando tutto intorno.
  • Posiziona una delle gambe dei pantaloni sull’asse per stirare le cuciture . Si lavora tutta la gamba, partendo dalla cucitura esterna, lavorando verso l’interno. I pantaloni vengono girati al rovescio per lavorare l’altro lato, mentre è ancora caldo e prima di passare all’altra gamba.
  • Una volta terminato il processo, i pantaloni vengono capovolti e pronti per essere piegati e riposti.

Come stirare le lenzuola?

come stirare le lenzuola

Le lenzuola possono essere un incubo, soprattutto se regolabile.

Stirarli e piegarli correttamente per riporli può diventare una bella sfida per le persone che sono nuove nel mondo della stiratura.

Normalmente sono di cotone, quindi sono richieste temperature molto elevate . La stiratura a vapore facilita il processo e riduce i tempi.

  • Piega il lenzuolo a metà , nel senso della larghezza, incastrando le estremità elastiche una dentro l’altra e inserisci un capo nell’estremità rastremata dell’asse da stiro.
  • Stendete l’altro bordo sulla tavola , lisciando con il palmo della mano e fate più passate con il ferro, applicando del vapore sulla superficie esposta.
  • Sposta il foglio per stirare fino a raggiungere l’altra estremità.
  • Sganciare il foglio e portarlo sopra il tavolo per piegarlo in 3 parti, portando entrambe le estremità con i bordi elastici verso l’interno.
  • Il lenzuolo dritto può essere piegato a metà e appoggiato sull’asse per coprire l’intera area con il ferro da stiro; applica vapore durante il processo. Al termine, girare e ripetere il processo. Piegalo a metà alla dimensione corretta per la conservazione.

Come stirare capi in poliestere?

Poliestere, nylon e rayon necessitano di temperature medio-basse.

Ci sono ferri da stiro che già includono programmi per facilitare il processo; se non ce l’hai, parti dalla temperatura più bassa e variala fino a raggiungere un valore che ti permetta di rimuovere le rughe.

Stirare al rovescio ed evitare di lavorare su 2 strati di tessuto appoggiandosi all’estremità affusolata dell’asse da stiro. Utilizzare un panno di cotone tra il ferro e il tessuto, spruzzare dell’acqua o attivare il vapore; prova a fare pochi passaggi senza smettere di muovere il ferro.

Inizia dall’estremità inferiore ; Puoi salire e girare il capo fino a coprire l’intera superficie.

Come stirare una gonna a pieghe?

come stirare una gonna a pieghe

Sicuramente quando hai comprato quella gonna di chiffon non hai mai pensato che dovevi lavare, tanto meno stirare il plissé. Tenete conto dei diversi tessuti e rispettate per ognuno la temperatura adeguata, il procedimento che vi mostriamo sarà praticamente lo stesso:

  • Appoggia la gonna sull’asse da stiro tenendo la vita all’estremità affusolata e allungando l’altra estremità sull’asse con l’aiuto delle mani. Inizia stirando la vita fino in fondo con l’aiuto della punta del ferro.
  • Individua la piega naturale della gonna e posiziona uno spillo nella zona dell’orlo, sull’asse da stiro, cercando di mantenere la forma della piega. Uno spillo andrà bene per diverse pieghe, a seconda di quanto sia stretto il design della gonna.
  • Cerca di coprire l’area davanti a te e allunga in vita per rendere le pieghe parallele.
  • Stirare applicando solo la punta del ferro per avere il controllo totale. Spruzzare acqua fredda se necessario.
  • È sempre meglio segnare le pieghe con il ferro , ma se diventa troppo complicato passare a un ferro verticale.

Ci sono gonne con pieghe molto più larghe , come le gonne scolastiche, che sono molto più facili, ma devi comunque spostarla piega dopo piega e capovolgerla sull’asse da stiro. Se la gonna ha una fodera, stirala prima di lavorare le pieghe.

Come stirare una polo?

come stirare una polo

Le polo non mancano mai nell’armadio, ma una volta lavate si stropicciano facilmente, sebbene siano anche facilmente stirabili:

  • Appoggia la polo sull’asse da stiro , individuando la cucitura laterale più lontana e allungando a mano l’area per facilitare il processo. Entrambi gli strati di tessuto vengono stirati contemporaneamente (davanti e dietro), quindi è importante posizionarli molto bene dall’inizio.
  • Partendo dall’estremità inferiore, lavora il ferro lungo la cucitura. Applicare vapore, senza premere forte, per non allungare il tessuto. Continua fino a raggiungere la spalla, vicino al collo, un’area che cercherai di coprire completamente fino a raggiungere la zona dei bottoni.
  • Stirare le cuciture aiuta a mantenere la forma naturale del capo, impedendone la deformazione. Stira il centro del palo fino a raggiungere l’estremità opposta. Posiziona la cucitura sulla tavola e procedi come prima, stirando la cucitura dal bordo inferiore fino alla spalla.
  • Si può continuare con le maniche, seguendo la linea naturale delle cuciture e finire con il colletto e le asole e bottoni, mantenendo la polo sbottonata. Quando si stira a vapore il pezzo ben teso, non è necessario girarlo. Se usi un ferro da stiro convenzionale, giralo e controlla le finiture prima di piegarlo e riporlo.

Puoi appenderlo a un gancio o piegarlo per riporlo.

Come stirare le tende?

come stirare le tene

Le tende, quei pezzi funzionali e decorativi, sono normalmente realizzati utilizzando dal cotone al poliestere, o qualsiasi combinazione di questi tessuti. La grande estensione di alcuni disegni può essere un problema durante la stiratura.

Per quei disegni con pieghe o pieghe , non è solo importante eliminare le rughe, ma è anche necessario mettere in risalto le pieghe , che sono quelle che mettono in risalto il disegno e rappresentano l’elemento decorativo finale.

💡Un trucco per la stiratura è quello di sollevare la tenda sulla linea delle pieghe , formando una specie di fisarmonica , che viene posizionata longitudinalmente sull’asse da stiro, sfruttandone l’intera lunghezza. È importante e consigliato eseguire il processo con un ferro da stiro a vapore .

Per fare la fisarmonica, prendi la tenda dal lato dei ganci, piega per piega e fissa quella parte legandola con un nastro, senza che si allenti. Questa sarà l’ultima zona da stirare.

Posiziona l’orlo della tenda sull’asse da stiro e appoggia il resto della tenda su alcune sedie in modo che non si sporchi. Partendo dalla piega più vicina alla tavola, prendi il ferro con la mano destra e solleva le pieghe superiori con l’altra mano, per un accesso più facile al ferro. Spruzzare vapore e iniziare stirando il bordo della piega sull’estensione della tenda disponibile, dall’alto verso il basso. Piega per piega puoi salire sul ferro , spruzzando vapore ad ogni cambio. Quando raggiungi l’ultima piega, stira la fodera nella sua interezza. Ripetere il procedimento con le pieghe sul lato opposto, partendo anche dalla base.

La stiratura sarà suddivisa in diverse sezioni in base alle dimensioni della tenda che si posiziona sull’asse. Il vapore aumenta l’efficienza del processo , ammorbidisce il tessuto e consente di trasferire più facilmente il calore, riducendo al minimo i tempi.

È importante allineare le pieghe man mano che si procede e non lasciare pieghe nascoste per non perdere l’effetto della piega nel lavoro finale.

Passa alla sezione successiva e ripeti il ​​processo fino a raggiungere l’ultima sezione vicino ai ganci. Nell’ultima parte è importante estendere la stiratura fino alla fine delle pieghe, a seconda di quante pieghe ha il disegno della tenda.

Altri modelli di tende

Per altri modelli è conveniente avere un centro di stiratura verticale. Anche alcuni ferri da stiro con caldaia svolgono questa funzione, quindi controlla le tue alternative.

Per un passacavo o una tenda ad asta, dovrai rimuovere le rughe per l’intera lunghezza della tenda per evitare segni quando le metti in posizione.